» Soffri d’insonnia perché trascuri queste 4 cause?

Il nostro sonno dipende da varie cause quali fattori personali come salute, preoccupazioni, stile di vita e fattori ambientali come rumori, temperatura dell’ambiente dove dormiamo, letto e condizione dei materassi; migliorando uno qualsiasi di questi fattori, si migliorerà comunque il nostro sonno e di conseguenza lo stato generale della nostra persona.

insonnia

Tralasciando i tuoi fattori personali che unicamente tu conosci, analizzeremo le 4 cause esterne che riteniamo più importanti e che potremo correggere derivandone le relative regole.

1) Rumori

Il disturbo da rumore è uno dei problemi più assillanti per la nostra salute e per il sonno.

Rumori forti e continui pregiudicano la qualità del sonno in modo quasi traumatico (il sonno diventa irrequieto, superficiale e spesso viene interrotto), tant’è che nessuno, anche a fronte di un’abitudine, riesce a sopportarli.

2) Temperatura e umidità

Per ottenere un clima complessivo favorevole, la temperatura del corpo, del letto (materasso) e dell’ambiente, non dovrebbero variare fra loro in modo troppo rilevante.

Possono disturbare il sonno, sia il clima del letto troppo freddo che quello troppo caldo; ne consegue una maggiore o minore causa di spostamento di posizione che provoca così frequenti risvegli.
Al giorno d’oggi, dal punto di vista medico, non è più sostenibile l’affermazione radicata nel passato che “è sano dormire al freddo”. Gli studiosi del sonno sono a favore di una temperatura ambientale che dovrebbe essere di circa 18°C e mai inferiore ai 16°C.

Questo vale particolarmente per le persone anziane che hanno bisogno di una maggiore quantità di calore. Anche l’umidità ambientale riveste grande importanza: dovrebbe, come in tutti gli altri ambienti, essere almeno del 50%.

3) Arredamento

I materiali usati per costruire e arredare la casa, influiscono nel tempo sul benessere di chi vi abita. È stato riscontrato che l’arredamento e gli oggetti all’interno della camera da letto, come per esempio i materassi, realizzati in materiale naturale o sintetico, possono agire sull’uomo sia in maniera positiva che negativa.

Pertanto è consigliabile di circondarsi di materiali non inquinanti, prodotti senza arrecare danno all’ambiente e alla società, di facile manutenzione, riutilizzabili nel tempo e riciclabili.

È inoltre  da evitare l’installazione, nella camera da letto, di apparecchiature elettroniche come televisori e radiosveglie; essi creano campi elettromagnetici e possono, nella maggioranza dei casi, dar luogo a stati di affaticamento, irritabilità, mal di testa e stress, in questo caso l’organismo potrebbe risentirne seriamente con prolungati stati di insonnia.

Se non desideri eliminare dalla camera da letto TV e radiosveglie ti consigliamo di tenere questi apparecchi ed i rispettivi cavi elettrici ad una distanza di almeno 1 metro e mezzo dalla testata del letto, in quanto i campi elettromagnetici si indeboliscono rapidamente allontanandosi dalla fonte di emissione.

4) Letto e materasso

La grandezza del letto, il modo di coricarsi o il tipo di materasso possono influenzare il riposo mentre si dorme.

Quando si acquista un nuovo letto o un nuovo materasso, non ci si dovrebbe soffermare in nessun caso solo sul design, sul colore o sulla forma. Sappiamo già che i movimenti nel sonno sono molto importanti: con ciascuna variante di posizione, i muscoli, che prima erano tesi, si scaricano. Ciò significa che dobbiamo poterci muovere da tutti i lati e perciò ci necessita lo spazio adeguato.

Quando il letto è troppo corto o troppo stretto, i movimenti naturali (e spesso inconsapevoli) vengono ostacolati; quando ci si gira o si allungano le braccia, si urta contro la parete oppure sulla schiena del partner. Ad esempio: un letto dovrebbe essere 30/40 cm superiore all’altezza della persona.

Il letto è insieme lo strumento ed il centro focale di un riposo rigeneratore. Pertanto ti consigliamo di:

  1. Cambiare assolutamente i materassi con avvallamenti o rientranze: potrebbero essere causa di dolori alla schiena e impedire quei cambiamenti di posizione naturali che avvengono durante il sonno.
  2. Dopo circa 10 anni, bisognerebbe sostituire il vecchio materasso con uno nuovo non fosse altro che per motivi igienici.
  3. Cambiare le basi del letto dure (anche l’asse del letto) perché dannose tanto quanto i materassi troppo molli. In entrambi i casi la colonna vertebrale non viene sostenuta nella sua forma naturale, bensì viene caricata in modo errato.
  4. Separarsi dai cuscini troppo rigonfi che non forniscono sostegno alla testa e alla nuca.

Con questo articolo ci siamo proposti di informarti a proposito di come fattori esterni quali rumori, temperatura e umidità, arredamento non ecologico, dimensioni errate di letto e del materasso possano rappresentare le cause dell’insonnia per te e per gli altri lettori che soffrono d’insonnia di questo blog dedicato ai materassi ed ai consigli per un sano dormire.

Scritto da Manifattura Falomo – Ufficio Marketing

Commenti

Lascia un Commento

Assistenza & Servizio clienti: sempre a disposizione per migliorare il tuo sonno.

Cerca il rivenditore

Cerca il nostro punto vendita specializzato più vicino a casa tua, testa di persona la qualità dei nostri prodotti!

Trova ora il rivenditore

 

Il blog del “Sano Dormire”

Scopri tutti i contenuti del nostro blog dedicato al “Sano Dormire”, che ti aiuteranno in una scelta più consapevole del tuo prodotto.

Scopri di più

 

Scrivici un’email

Contattaci via email compilando i campi richiesti in questa pagina, ti risponderemo in meno di 24 ore!

Scrivici ora un’email

 

Domande frequenti (FAQ)

Scopri in questa sezione del sito web le risposte alle domande più frequenti poste dai nostri clienti.

Scopri le domande frequenti

 
 
 
Recensioni Clienti