Quando cambiare cuscino? Un semplice test per scoprirlo.

Alla fine della giornata il compito del tuo cuscino è di fornirti un buon sonno. Lo fa fornendo supporto alla testa, allineando il tuo collo con la tua colonna vertebrale e fornendoti una soffice e liscia superficie dove appoggiare il tuo viso, in armonia con il sistema letto, costituito anche da materasso e rete.

Quando cambiare cuscino? Un semplice test per scoprirlo.

Di media, se ci pensi, il tuo cuscino “lavora” circa 2920 ore l’anno, tenendo conto che di media dormi 1/3 del tempo, ossia l’equivalente di circa 120 giorni l’anno.

Uno dei più grandi fattori negativi al cattivo sonno è il guanciale sbagliato.

Dopo il materasso ed il piano letto è il guanciale a giocare un ruolo fondamentale per garantirti un corretto riposo. Esso può “rovinare” letteralmente l’investimento che hai fatto in un buon materasso e di un buon piano letto a causa di questi 2 fattori:

  1. non è il guanciale giusto per te;
  2. il guanciale è giusto ma è usurato.

Queste 2 cause, se combinate, sono la ricetta per rovinare il tuo sonno, e se soffri di cervicali o mal di schiena, per garantirti l’insorgere di tali problemi.

Ma quanto tempo dura il guanciale?

Il cuscino, a differenza del materasso che presenta strati molto spessi e addirittura 2-3 rivestimenti tra fodera esterna e massello, ha solitamente una fodera leggera non imbottita come quella del materasso che ha lo scopo di far “funzione” in modo efficiente il cuscino stesso.

Per questo motivo vogliamo concentrare la tua attenzione sul fatto che il guanciale è a più diretto contatto con il tuo sudore e quindi necessita di una maggior frequenza di lavaggio. Avendo una frequenza di lavaggio maggiore si usura di più rispetto al materasso: quindi il nostro consiglio è di cambiare il cuscino più spesso del materasso, che solitamente viene sostituito ogni 8-10 anni.

Il test per scoprire se il tuo cuscino deve essere sostituito.

  • Si tratta di un cuscino di piuma? Poni il cuscino sopra un tavolo e piegalo a metà facendo uscire l’aria. Lascia andare il cuscino in modo che ritorni alla sua forma originale. Se ritorna allora significa che il riempimento fornisce ancora abbastanza sostegno ed il cuscino non è da cambiare. Se non ritorna allora il cuscino di piume ha perso il suo “supporto” e deve essere sostituito con uno nuovo.
  • Si tratta di un cuscino sintetico? Se hai un cuscino in poliestere, microfibra, memory, lattice poni il cuscino sopra un tavolo, piegalo a metà e appoggia sopra un piccolo peso di circa 300 gr (ad esempio un libro o qualcosa di peso/dimensioni analoghe). Se il cuscino ritorna alla sua forma originaria anche con il peso collocato sopra allora fornisce ancora abbastanza supporto, in caso contrario, cerca un rivenditore specializzato di guanciali!

Quindi?

Non permettere che un cattivo cuscino (guanciale) rovini il tuo sonno: un buon guanciale può rappresentare uno dei migliori investimenti che puoi fare, un investimento di cui ne avvertirai le conseguenze giorno dopo giorno, risveglio dopo risveglio.

Scritto da Manifattura Falomo – Ufficio Marketing

Lascia un Commento

Assistenza & Servizio clienti: sempre a disposizione per migliorare il tuo sonno.

Cerca il rivenditore

Cerca il nostro punto vendita specializzato più vicino a casa tua, testa di persona la qualità dei nostri prodotti!

Trova ora il rivenditore

 

Il blog del “Sano Dormire”

Scopri tutti i contenuti del nostro blog dedicato al “Sano Dormire”, che ti aiuteranno in una scelta più consapevole del tuo prodotto.

Scopri di più

 

Scrivici un’email

Contattaci via email compilando i campi richiesti in questa pagina, ti risponderemo in meno di 24 ore!

Scrivici ora un’email

 

Domande frequenti (FAQ)

Scopri in questa sezione del sito web le risposte alle domande più frequenti poste dai nostri clienti.

Scopri le domande frequenti